mercoledì 22 Maggio, 2024

Astigiani 21 – settembre 2017

Le pepite della nostra storia

di Luciano Nattino e Sergio Miravalle

Eccolo il numero 21 di Astigiani.
Nell’estate del 2012, quando progettavamo il primo numero di questa rivista (che era andato esaurito e abbiamo deciso di ristampare), tra i tanti dubbi che avevamo ce n’era uno che serpeggiava con insistenza tra i più pessimisti: una rivista di storia dedicata ad una città e al suo territorio rischia di esaurire in fretta gli argomenti.
Ecco la risposta. Ventuno numeri e più di 2500 pagine dopo, Astigiani continua a scavare nella miniera della storia e delle storie di questa nostra terra scovando pepite sorprendenti.
Questo numero ne contiene alcune splendide: in copertina vedete la straordinaria immagine di Asti così com’era agli inizi del 1600.
Arriveranno a Palazzo Mazzetti i grandi quadri che raffigurano l’assedio delle città da parte degli spagnoli nel 1615. Erano nei magazzini del museo di Toledo. Non si erano più visti da secoli. Astigiani li propone in anteprima nel loro contesto storico.
Facciamo un salto di 300 anni ed ecco un personaggio che emerge tra i pionieri del calcio italiano. Rocchetta Tanaro ha dato i natali a uno dei fondatori della Juventus nel 1897, un ragazzone che è stato anche il centravanti bianconero della squadra del primo scudetto nel 1905 e poi giocò e segnò per il Milan il gol decisivo del primo derby con l’Inter. Divertente raccontarlo.
Così come emoziona risalire, con documenti e ricerche, alla storia dimenticata di una fontana regalata dagli astigiani alla città di Littoria nel 1936 e di 304 viaggi di nozze sul treno della nuzialità.
Quegli sposi oggi non ci saranno più, ma quante volte lo avranno raccontato ai loro figli e nipoti?
E che dire di settantamila vagiti dimenticati? Ecco la storia, la nostra storia, piccola e grande che continua a stupirci.
Mettetevi comodi, ci sono 120 pagine che vi aspettano.

La copertina di questo numero

L’immagine di copertina è un particolare del grande quadro di Giovanni Battista Crespi detto il Cerano: Escaramuza y ataque de la Croce Bianca, 12 de mayo de 1615, (Combattimento presso la Croce Bianca) ca. agosto-dicembre 1615, Museo del Greco, Toledo.
Il quadro con le altre grandi tele sarà esposto alla mostra in programma da ottobre a palazzo Mazzetti.

Accadde nel terzo trimestre 2017-1917

L'almanacco, per ricordare per sempre quello che è successo nella lunga e gloriosa storia della nostra città.

Sul calendario terzo trimestre 2017

11 giugno Si tengono le elezioni amministrative. Oltre al capoluogo, vanno al voto dieci comuni dell’Astigiano. A Villanova la conferma di Christian Giordano, a Castagnole...

La collina di Spoon River – Settembre 2017

Aldo Cabodi  19 agosto 1937 - 17 luglio 2017  agricoltore e attore   Ma quanta gente è venuta a salutarmi! Non avrei mai immaginato un funerale così, prima...

1817: Toju trasloca e c’è chi si inginocchia davanti al suo...

Nel 1817 Toju trasloca e ci fu anche chi si inginocchiò davanti al suo busto, uno spaccato della vita di Asti.

Freschi di stampa

  Fratelli, Paola Sernini, Team Service, Asti, 2017, 70 pp, euro 6 Un breve libro dove si concentrano l’orrore, la paura, la morte, il coraggio, la...

Consigli di viaggio dall’Africa all’Oriente per scacciare le paure

Viaggiatore seriale e solitario, Marco Lovisolo esce, con i viaggi, dalle rigide convenzioni che soffocano il quotidiano e cerca - e trova – la...

Sorridere, nonostante tutto Stella sfida la vita fino al colpo di...

Serena Schillaci è astigiana doc, giornalista, conduttrice radiofonica, sceneggiatrice e molto altro. È, con questo libro, alla sua prima esperienza editoriale. Decisamente buona.   Protagonista...

Quei sedici mesi da partigiano alla prigionia in Germania

Un piccolo libro, autobiografico, capace di racchiudere in 70 pagine sedici mesi di vita, drammatica.   Fiorino Adorno, classe 1925, il 2 marzo del 1944...

Nomi, immagini e statistiche su mezzo secolo di Palio

Ricoprendo diversi incarichi e vestendo differenti costumi da sbandieratore dell’Asta a Capitano, Paolo Raviola è entrato a far parte in prima persona della storia...

80 racconti per l’infermiera che cura con le parole

È un’infermiera prestata alla scrittura Laura Binello, di Castagnole Lanze, con la passione del nursing narrativo, frutto di trent’anni di attività professionale trascorsi tra...

Generazioni di donne a confronto, tutte in cerca di emozioni

È una storia tutta al femminile quella scritta da Mariagrazia Pia, autrice di Come una nuvola (Leone editore). Tutto ruota intorno al personaggio di...

I colori di Tremlett accendono la chiesetta tra i filari del...

L’intervento dell’artista inglese «per restare in silenzio davanti al bello»

Sui balli a palchetto si davano i “casü”

Le sale da ballo e i balli a palchetto, presenti soprattutto nelle feste di paese, erano il “palcoscenico” degli incontri tra i giovani in...

Ecco il “bruss” per chi ama i piaceri forti

La robiola di Roccaverano, uno dei formaggi più iconici e squisiti della Langa astigiana, uno dei formaggi più amati.

Quei pentoloni in rame affidati ai “magnin”

Quando per cucinare si usavano ancora i pentoloni di rame, una tradizione autentica che risale alla notte dei tempi.

Il pane di Calamadrana nasce da mezzo secolo di lievito madre

L’insegna storica “Pasticceria Panetteria Saracco” ha accompagnato crescita e sfrecciare delle auto sulla provinciale tra Nizza e Canelli.

La guerra vista da Lina bambina della Cattedrale

La guerra vista da una bambina delle elementari che doveva combattere contro la violenza e le frequenti sommosse.

Il muto di Toleto “parla” con i colori nel segno della...

Pietro e Tommasi Ivaldi, due giovani artisti che seppero dipingere il loro mondo con colori vividi e realistici.

A Costigliole il gusto di stampare artisti e poeti

Piero Nebiolo, uomo che portò la stamperia del Lanzello al massimo successo e ai massimi riconoscimenti possibili.

Il rock romantico della “Locanda delle fate” ha conquistato i giapponesi

La musica si intreccia profondamente con la vita e le esperienze di Luciano Boero, una vita intensamente artistica.

All’Università delle Tre Età lo studio è vita

Ma cos’è l’Utea oggi, alle porte del suo trentasettesimo anno accademico? L’associazione ha mantenuto i suoi legami storici con la Provincia, che le mette a disposizione la sede con accesso dal lato verso i giardini del palazzo di piazza Alfieri. L’associazione svolge attività anche in quindici paesi dell’Astigiano e non solo nel capoluogo.

Quei colpi di racchetta all’ombra delle antiche mura

Il 17 giugno 1897 una non meglio qualificata Assemblea Generale di sportivi costituiva in Asti il Lawn Tennis Club con una terminologia che si...

La fontana dell’Asti spumante zampilla dal 1949

Una fontana dedicata all'Asti spumante, perché in una città come Asti lo spumante fa parte della storia della città.

“Entrate con me nel mondo degli insetti”

Oscar Maioglio ci invita a scoprire il mondo segreto degli insetti, perchè tutti hanno una loro funzione su questo pianeta.

Da 12 anni l’ex Maternità aspetta un futuro

La vecchia maternità aspetta di essere riutilizzata, rimangono i ricordi di tanti bambini che qui sono nati.

Felice Appiano, dai cavalli al Palio e quella seconda vita in...

Nel 1935 sfila su un pony, nel 1967 è il mossiere del Palio della ripresa    In una foto del 1935 si vede uno scorcio inedito...

La carica dei nostri vent’anni, parte seconda

SOLUZIONI: 1 – Renzo Caracciolo, medico e vicepresidente di Astigiani, in spiaggia a Noli nel 1972. 2 – Giorgio Gianuzzi, oggi capo Ufficio Stampa del Brand...

Da Sanremo a San Bartolomeo le vie della musica sono infinite

La prima edizione nel 1966 sull’onda della beat mania   Difficile immaginare un’anima rock per una terra come l’Astigiano. Eppure tra Langa e Monferrato c’è un...

Primo scudetto della Juve, il centroavanti è di Rocchetta

Un pioniere del football, campione d’Italia nel 1905 In questo periodo oscuro per il calcio astigiano, che pure in passato ha vissuto momenti di bellezza...

Augusto Monti “Nemo profeta in Patria”

Il paese disertò il funerale nel 1966. C’erano la corona del presidente della Repubblica e tra i suoi allievi Bobbio e Mila     Monastero Bormida, 13...

Storia di una fontana e di 304 viaggi di nozze

Questa è la storia di una fontana che nel 1936 fu regalata alla città di Littoria. Una vicenda che ha incuriosito anche lo scrittore Antonio Pennacchi che la cita nel suo “canale Mussolini”.

Una stilografica nel dramma dell’8 settembre

La data dell’8 settembre 1943 è legata all’annuncio dell’armistizio letto alla radio dal Maresciallo Pietro Badoglio, in veste di Presidente del Consiglio. Ma dalla storia emerge la figura di un altro monferrino, l’ambasciatore Franco Montanari, di origini moncalvesi.

Asti città d’arte e di battaglie, le sorprese dell’età moderna

Seicento e Settecento, due secoli finora trascurati dalla storiografia rispetto all’età medievale   Con la mostra “Nella città di Asti in Piemonte”. Arte e cultura in...

L’assedio di Asti nello scacchiere d’Europa del Seicento

Il bombardamento notturno celebrato sulle grandi tele che erano a Toledo   È il 18 maggio 1615. Asti, presidiata da circa dodicimila uomini disposti entro le...