lunedì 26 Febbraio, 2024
Home Autori I contributi di Fiammetta Mussio

Fiammetta Mussio

31 Articoli 0 COMMENTS
Giornalista, collaboratrice de La Stampa, molto attiva sul web. Segue con passione i temi del vino. Si definisce “scribacchina di collina”. Nata il 26 settembre, mentre il nonno vendemmiava la barbera e Bob Dylan cantava “Knockin’ on hea- ven’s door”. Ama il grignolino, i tartufi e George Simenon. Diffida di chi non mangia mai l’aglio.

Gli Zanetti pasticceri da tre generazioni

La dolce eredità di nonno Luigi   Nonno Luigi era un asso del “Biscotto della salute” e della “Torta Belvedere” a base di farina di mandorle...

Il San Carlo torna a profumare di storia e tartufi

Il San Carlo, un locale pieno di storia e fascino che racconta un pezzo importante della storia di Asti tra trifolao e giochi.

Il fascino discreto della bottega

Ai piedi della Torre Rossa, il piccolo alimentari di Massimo Terzuolo celebra l’essenzialità

Quel “triscotto” di Refrancore chiamato Finocchino

Si racconta che già nell’Ottocento quando si metteva a cuocere in forno, si diffondesse un fragrante e inconfondibile profumo per il paese di Refrancore....

I 65 anni del cestaio di via Aliberti

Lo storico cestaio di via Aliberti, lo specchio di una Asti che non c'è quasi più ma vuole continuare a vivere.

Il pane di Calamadrana nasce da mezzo secolo di lievito madre

L’insegna storica “Pasticceria Panetteria Saracco” ha accompagnato crescita e sfrecciare delle auto sulla provinciale tra Nizza e Canelli.

Profumo di caffè all’antico bar Povero di San Damiano

  Una, anzi due bustine di zucchero. «A me piace così: dolcissimo». Gira il cucchiaino nel caffé. Si vede che è abituata a stare dall’altra...

Il tempio delle cose buone nel cuore di Canelli

Il negozio di Franca e Luca nel pieno centro di Canelli è un vero scrigno delle meraviglie che offre primizie di ogni tipo ma anche i prodotti meno conosciut.

Quei due toscani con la passione e il gusto dei clic

“Mio padre mi diceva sempre: ricordati, Gigi, tu sei come il prete: ascolti, sai tutto e taci”. Luigi Poggi parla con la schiena appoggiata...

Un nuovo Messia e la Madonna dai capelli rossi tra i...

Magnetisà. È l’appellativo che ancora oggi viene dato agli abitanti di Viarigi, poco più di mille anime ma con una storia unica.