venerdì 1 Marzo, 2024
HomeLettereIn classe con Nattino alle Magistrali della Fulgor con la musica dei...
Lettere

In classe con Nattino alle Magistrali della Fulgor con la musica dei Beatles

Abbiamo conosciuto Luciano nel 1961 quando, il 1° di ottobre, iniziammo a frequentare le  Medie alla gloriosa “Fulgor” di via Gioacchino Testa, a pochi metri dall’allora carcere, confinante con le antiche mura di Asti. Per molti di noi, studentelli in erba, la scelta del collegio-convitto fu obbligata dalla distanza dei nostri paesi e dalle difficoltà di trasporto. Di conseguenza ci trovammo riuniti con altri giovanotti come noi provenienti da quasi tutte le zone dell’Astigiano ed oltre. Gli “astigiani di città” frequentavano la scuola da esterni mentre per noi “campagnin” era d’obbligo la permanenza interna .

Luciano era uno dei privilegiati cittadini, libero di andarsene subito dopo l’uscita della scuola. Fu subito molto disposto al dialogo che divenne più interessante quando venimmo a sapere che un suo avo o una sua ava era di origini revigliaschesi. Scoprimmo inoltre, e fu davvero un punto di contatto contagioso, che anche lui amava la musica e si divertiva a suonare arrangiandosi sui tasti di una vecchia pianola. Stava per scoppiare la “beatles-mania” che in pochi anni avrebbe rivoluzionato la musica “pop” mondiale e Luciano fu uno dei primi a cogliere i nuovi messaggi cultural musicali della nuova era.

Luciano Nattino, nella fila centrale, quarto da destra

I nostri rapporti durarono per 7 anni, tra scuole medie e superiori, sino al 1967, quando compiuti i 17 anni, con in mano il pezzo di carta delle Magistrali ci sentimmo liberi di sognare una nuova esistenza. Le nostre strade a quel punto si divisero, noi alla ricerca di un lavoro mentre lui tentò l’avventura, riuscitissima, alla prestigiosa università “Bocconi” di Milano. Da allora abbiamo sempre goduto della sua presenza soprattutto nei momenti di ricordo e di ritrovo, anche gastronomico, di quella IV magistrale del ‘67 che continuava nonostante gli anni trascorsi ad emozionare. Ci fermiamo qui ricordando la sua eccelsa personalità come uomo “pubblico” dalle multiformi sfaccettature ma soprattutto l’amico sincero e generoso che ha percorso con noi una tappa felicissima della nostra gioventù.

Luciano Nattino, nella fila centrale, quarto da destra

L'AUTORE DELL'ARTICOLO

Astigiani è un'associazione culturale aperta, senza scopo di lucro, che ha bisogno del sostegno di altri "Innamorati dell'Astigiano" per diffondere e divulgare la storia e le storie del territorio.
Tra i suoi obiettivi: la pubblicazione della rivista trimestrale Astigiani, "finalizzata alla raccolta e diffusione di informazioni e ricerche di storia e cultura astigiana dal passato remoto a quello prossimo, con uno sguardo al presente e la visione verso il futuro (dallo statuto), la raccolta di materiale per la creazione di un archivio fotografico, video e documentale collegato al progetto "Granai della memoria", la realizzazione di presentazioni pubbliche e altri eventi legati al recupero della memoria del territorio.

3,917Mi PiaceLike
0FollowerFollow
0IscrittiSubscribe

GLI ULTIMI ARTICOLI CARICATI

IN EVIDENZA

I proverbi anticipano le previsioni del tempo

L’attesa della primavera nel folclore meteorologico monferrino¹   «Smenmi d’ Mars, smenmi d’Avrì, fin c’al fassa caod peus nen avn컲: Seminami di marzo, seminami di aprile,...

La collina di Spoon River – Giugno 2017

Vito Walter Sollazzo 22 agosto 1945-10 marzo 2017 Sindacalista e allenatore di calcio Ho sempre amato il gioco di squadra. L’ho praticato per tutta la vita, nella...

Secondo trimestre 2017

3 aprile Inaugurato a Nizza Monferrato l’hospice che accoglie i malati terminali del reparto di oncologia del Cardinal Massaia. A disposizione dei pazienti una...

La collina di Spoon River – Dicembre 2016

Angelo Franco 11 agosto 1929 - 16 settembre 2016 Autotrasportatore Ero uno dei Cugini Franco. Avevamo deciso di chiamarci così con mio cugino Giacomo quando aprimmo la...

Sul calendario

8 settembre L’ambasciata di Israele assegna il riconoscimento di Giusti fra le nazioni alla memoria di Eugenia e Pietro Gilardi. Coppia di contadini di...

Il monumento in bronzo dedicato alle 5 storiche divisioni

L’alpino di piazza Libertà, nell’aiuola di fronte la Mercato coperto, è da più di 40 anni muto testimone della vita della città. È stato...

La collina di Spoon River – Maggio 2016

Andreina Jodice Napoli, 27 dicembre 1935 - Asti, 2 gennaio 2016 Insegnante di Lettere Sono nata a Napoli, ma la mia famiglia, ed io al seguito, era...

Pino Morino, l’inventore del terzo tempo

Discobolo nazionale e “missionario” del pallone elastico

CONTRIBUISCI A QUESTO ARTICOLO

INVIA IL TUO CONTRIBUTO

Hai un contributo originale che potrebbe arricchire questo articolo? Invialo ora, saremo lieti di trovargli lo spazio che merita.

TAG CLOUD GLOBALE

TAG CLOUD GLOBALE
INVIA IL TUO CONTRIBUTO

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE