martedì 23 Luglio, 2024
Home Se ci penso

Se ci penso

Quel mio primo albero di Natale con nonna Lidia

Un ramo di pino addobbato con mandarini   Ricordo il profumo dei mandarini. Un sapore per l’anima. Spuntavano poco prima di Natale e sono diventati magici...

Il campione e il primario

Quella notte quando un asso del calcio fu salvato dopo un bruttissimo incidente in autostrada, un ricordo indelebile.

Il figlio della sarta di corso Casale

Roberto Baracco, una vita intera passata tra le stoffe fino a diventare uno dei dirigenti della Miroglio di Alba.

La panchina dei saggi di Revigliasco

Angelo Boschiero e i suoi amici sono la memoria del paese delle ciliegie

“Grazie Maestro, è stato bello cucinare con te”

Proprio nei piatti e nelle ricette da lui riscoperte, c’è tutto il colore, il profumo e la giovialità del Piemonte e del Monferrato.

“Buon appetito Avucat”. Spicchi di vita in quattro scene con contorno

Giovanni Goria, nato il 13 maggio 1929 è scomparso il 14 gennaio 2018. Originario di Tigliole, avvocato, il suo nome è legato alla grande passione per la cucina e alla sua capacità di ricerca e di divulgazione.

“Professore mio professore”

Un docente di lettere ricordato dai suoi studenti del 1953/57

La guerra vista da Lina bambina della Cattedrale

La guerra vista da una bambina delle elementari che doveva combattere contro la violenza e le frequenti sommosse.

«Quella passeggiata a Viatosto non l’ho dimenticata»

I ricordi di una ragazza del liceo Classico. L’ultimo giorno di scuola negli Anni ’50

Giocavamo con grinta alla “viva il parroco”

Il primo campo da calcio non si scorda mai. Il nostro è chiuso da anni. Era il cortile dietro la Cattedrale. Da anni un...