sabato 1 Ottobre, 2022
Home Autori I contributi di Aldo Gamba

Aldo Gamba

13 Articoli 0 COMMENTS

È astigiano il primo alpinista della storia

  Nell’articolo sui 95 anni del CAI di Asti, apparso sul numero 18 di Astigiani del dicembre 2016, si fa cenno a un certo Bonifacio...

Quelle domeniche a piedi nel segno dell’austerity. Anche nell’Astigiano i riflessi...

La crisi petrolifera mondiale impone scelte drastiche Il governo Rumor decide le misure restrittive alla circolazione   Faceva un gran freddo ad Asti quella domenica 2...

Cento anni fa l’Astigiano viveva la sua guerra di retrovia

Le notizie dal fronte, il caro prezzi, l’arrivo dei feriti e dei prigionieri   Cento anni fa nell’Astigiano non si udivano il rombo del cannone e...

L’Unione ha 80 anni. Così è cambiata l’industria astigiana

Più giovane della Provincia anche se solo per tre giorni   L’Unione Industriale di Asti ha da poco compiuto 80 anni. La sua nascita risale infatti...

Quando l’Astigiano fu invaso dai Brandalucioni Bande di fanatici religiosi insanguinarono...

Il comandante Branda dei Lucioni un militare antigiacobino assetato di ricchezze e potere Brandalucioni alle porte. Questa espressione rimanda a un episodio tanto drammatico quanto...

Settant’anni fa la primavera della democrazia. Come ad Asti si visse...

Il primo manifesto della Liberazione Il 26 aprile 1945, l’avvocato Felice Platone, appena nominato dal CLN Sindaco di Asti, fece pubblicare il manifesto che riportava...

Quando la campanella suonava il 1° ottobre

I nomi di maestre e maestri restano nella memoria di generazioni di allievi   Per tutti l’inizio delle scuola era il 1° ottobre. I bidelli, dopo...

Venti di guerra dalla libia al piave che mormorava

Nel 1911 partirono dal Casermone verso Tripoli i bersaglieri del 9° reggimento   Un secolo dopo si torna a parlare di Libia dal punto di vista...

Guido Artom trasformò Asti in luogo letterario

Quando, nell’estate del 1981, a Villa Giulia a Roma si tenne la cerimonia di consegna del Premio Strega, i pronostici furono pienamente rispettati: c’erano...

Gino Turello e l’amara ricerca del capolavoro

Il 6 agosto 1812, il violinista di Piovà accompagnò il famoso compositore tedesco