martedì 25 Giugno, 2024
HomeTempo Futuro“Entrate con me nel mondo degli insetti”
Tempo Futuro

“Entrate con me nel mondo degli insetti”

Oscar Maioglio ricercatore nella foresta amazzonica ora lavora a Villa Paolina
Oscar Maioglio ci invita a scoprire il mondo segreto degli insetti, perchè tutti hanno una loro funzione su questo pianeta.

Oscar Maioglio è un giovane biologo dell’ambiente con la passione per gli insetti. Responsabile delle attività didattiche di Villa Paolina, l’Oasi del WWF a due passi da Asti, insegna i segreti del bosco ai bambini che frequentano il centro in inverno e in estate.  Gli brillano gli occhi quando mostra l’insetto foglia camuffato tra i rami e la chiocciola gigante dell’Africa che ha appena depositato in un angolino della tana centinaia di uova. Oppure quando estrae dalla terra una larva gigante di coleottero. “La mia missione – spiega – è di insegnare ai bambini che degli insetti non bisogna avere paura, ma nello stesso tempo che bisogna rispettarli e lasciarli vivere nel loro ambiente”.

 

Il giovane astigiano ha seguito le ricerche del missionario entomologo Giovanni Onore

 

Oscar Maioglio durante una visita guidata a Villa Paolina

 

La curiosità di Oscar per gli esseri viventi più numerosi sulla Terra è iniziata da piccolo “Durante le vacanze estive delle elementari ero in campagna e andavo in giro da solo a cercarli. Così ho scoperto il cervo volante, uno degli insetti più appariscenti del bosco e poi gli insetti mimetici, tutti affascinanti. 

A insegnarmi tante cose è stato l’entomologo Giovanni Onore, orginario di Costigliole, che vista la mia passione mi spedì dall’Ecuador alcuni esemplari di insetti da collezione”.

Con gli anni la passione si è trasformata in progetto di studio e di vita. Iscritto a Scienze Biologiche, Oscar ha conseguito la prima laurea con una tesi sulle farfalle notturne realizzata a Villa Paolina, sotto la guida di Giorgio Baldizzone, fondatore del WWF di Asti e tra i maggiori esperti nazionali di lepidotteri.

La tesi specialistica, conseguita nel 2015, è nata invece da un progetto di ricerca internazionale che ha portato Oscar a trascorrere 45 giorni nel cuore della Riserva di Otonga, in Ecuador, più di 1500 ettari di foresta considerati una delle aree più importanti della Terra sotto il profilo della biodiversità.

Con il supporto del padre missionario Giovanni Onore nelle vesti di coordinatore scientifico e l’avallo delle Università di Quito e di Torino, Oscar ha condotto in porto il suo progetto, individuando nel sottobosco oltre mille esemplari di coleotteri.  “Vivevo in una capanna a 20 chilometri dall’ultima strada asfaltata – racconta – ed eravamo nella stagione delle piogge. Scendevamo a fare scorte una volta la settimana. È stata un’esperienza selvaggia ma estremamente affascinante”. Tornato a casa, Oscar ha trascorso i successivi sei mesi a catalogare i coleotteri scovati nel sottobosco, e ha trovato molte specie mai conosciute prima, che ora sono allo studio di scienziati italiani. Dopo la laurea, è tornato all’Oasi WWF Valmanera (Villa Paolina), luogo che ha nel cuore da oltre dieci anni. Ha cominciato a frequentarlo come volontario, poi come operatore del servizio civile, infine dal 2016 come responsabile delle attività didattiche del Centro di educazione ambientale che gestisce insieme a Giulia Farris, biologa ed educatrice ambientale, a Marco Amico, responsabile delle attività di ristorazione e degli eventi e a Laura Cerrato, responsabile della cucina. “Attraverso i centri estivi, le visite delle scuole, i soggiorni in ostello e i vari eventi, come l’osservazione delle stelle in collaborazione con l’associazione Astrofili, cerchiamo di avvicinare i bambini di tutte le età alle risorse naturali del territorio, dalle specie arboree ai fossili, agli animali presenti nei vari habitat. Oltre al museo, c’è l’osservazione diretta nel bosco, nei prati, nello stagno didattico, nella casa dei nidi o nell’apiario”. I bambini imparano a orientarsi e a scoprire le tracce di animali, fanno giochi ed esperimenti con l’acqua, laboratori di cucina ispirati all’educazione alimentare. Da marzo a giugno di quest’anno sono passati dall’Oasi quasi cento classi per un totale di 1900 bambini, prevalentemente astigiani, ma anche delle province vicine. Cosa c’è nel futuro, Oscar? 

Oscar Maioglio nel cuore della Riserva di Otonga, in Ecuador, dove ha condotto una ricerca sui coleotteri, in collaborazione con l’Università di Quito e di Torino

 

“Sogno di continuare a lavorare sulla conservazione dell’ambiente e anche di proseguire l’attività di ricerca.  In questo momento, in collaborazione con l’Ente Parchi, sto censendo le farfalle e i coleotteri presenti nelle zone umide protette dell’Astigiano. Lo scopo è di poter verificare fra qualche anno se i cambiamenti climatici in corso (innalzamento delle temperature) e i progetti di miglioramento dell’habitat naturale in cantiere con l’Ente Parchi influiranno sulle popolazioni di insetti. Sarei pronto ad accettare qualsiasi progetto che mi porti anche per un breve periodo a scoprire aree vergini in giro per il mondo. Nel frattempo, però, il mio paradiso è qui”.

 

L'AUTRICE DELL'ARTICOLO

Astigiani è un'associazione culturale aperta, senza scopo di lucro, che ha bisogno del sostegno di altri "Innamorati dell'Astigiano" per diffondere e divulgare la storia e le storie del territorio.
Tra i suoi obiettivi: la pubblicazione della rivista trimestrale Astigiani, "finalizzata alla raccolta e diffusione di informazioni e ricerche di storia e cultura astigiana dal passato remoto a quello prossimo, con uno sguardo al presente e la visione verso il futuro (dallo statuto), la raccolta di materiale per la creazione di un archivio fotografico, video e documentale collegato al progetto "Granai della memoria", la realizzazione di presentazioni pubbliche e altri eventi legati al recupero della memoria del territorio.

3,917Mi PiaceLike
0FollowerFollow
0IscrittiSubscribe

GLI ULTIMI ARTICOLI CARICATI

IN EVIDENZA
Paolo Conte nello studio a Torino con altri musicisti astigiani durante la registrazione di Torretta Calipso nella primavera del 1980

Paolo Conte: avvocato, cantautore… enigmista

In che consiste il gioco? Chi si cimenta con questi enigmi deve trovare una frase cioè la soluzione partendo da un enunciato (esposto) che...

Patente di Astigianità

Sappiate che Da 35 a 40 risposte esatte Ottimo! Siete Astigiani doc, eccellenti conoscitori delle terra dove vivete. Meritate la patente di Astigianità. Da 24 a...

Ciao Luciano

Astigiani pubblica nella pagine seguenti frasi, pensieri, poesie scelti tra i tanti messaggi che ci sono stati inviati o sono stati scritti nella nostra...

Sonetto al sacrestano dimenticato

Una pagina per sorridere su personaggi, vizi e virtù di un passato appena prossimo ancora vivo nella memoria di molti. Ricordi al profumo della...

Quei 10.000 km sulla Topolino verde oliva

Organizzare un viaggio in auto lungo migliaia di chilometri in paesi sconosciuti, il tutto senza l’ausilio di Internet. Oggi sembra un’impresa impossibile, nei primi...

Sul calendario Ottobre-novembre-dicembre 2018

21 ottobre In una Cattedrale gremita di fedeli, Monsignor Marco Prastaro è nominato vescovo di Asti dall’arcivescovo di Torino, Monsignor Cesare Nosiglia. Concelebrano l’ex vescovo...

CONTRIBUISCI A QUESTO ARTICOLO

INVIA IL TUO CONTRIBUTO

Hai un contributo originale che potrebbe arricchire questo articolo? Invialo ora, saremo lieti di trovargli lo spazio che merita.

TAG CLOUD GLOBALE

TAG CLOUD GLOBALE
INVIA IL TUO CONTRIBUTO

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE