giovedì 25 Aprile, 2024
HomeLo scaffaleIl sarto di Langa che amava leggere e finì a far la...
Lo scaffale

Il sarto di Langa che amava leggere e finì a far la guerra

Piercarlo Grimaldi aveva già pubblicato nel 2002 il diario di Giovanni Bussi, detto Gasan, che partecipò all’ultimo anno della Grande Guerra. Nel centesimo anniversario Grimaldi lo ripropone perché “Il diario di Gasan, come un vangelo apocrifo, ci parla di un sentire comune […] di un’oralità che è specchio della coscienza del prezzo pagato […] forse anche fonte di verità, che la politica e la storia hanno calpestato”.

 

Senza colpa in questo inferno – Diario di un sarto di Langa alla Grande Guerra, Giovanni Bussi, a cura di Piercarlo Grimaldi, Prefazione di Moni Ovadia, Giunti T.V.P. editori, 2018, 189pp, 6,90 euro

 

Giovanni Bussi nasce a Cossano Belbo nel 1898, fa le elementari fino alla quarta. La mamma poi lo porta a Torino, a 13 anni, per imparare l’arte della sartoria. Lo accoglie il sarto Cerri. Nella sua bottega Giovanni studia per diventare maestro tagliatore. Con il suo padrone va a ballare la domenica, va alla Camera del Lavoro, legge L’Avanti, si forma alla lettura quale mezzo di riscatto politico e sociale. È chiamato alla guerra nel ’17, a neanche diciannove anni.

Sul fronte di guerra Gasan scrive il suo diario, con un sistema stenografico, che poi trascrive su un quaderno nascosto. La prosa del Diario non è né retorica né patetica, è un racconto oggettivo e intelligente. Uomo della complessità, lo definisce Grimaldi. È dotato di un’intelligenza precoce, nutrita dagli accadimenti della sua vita, fra la guerra e la pace, la morte e la vita, la tradizione e la modernità, l’oralità, la gestualità e la scrittura colta. Valore aggiunto del libro l’app sulla quarta di copertina che permette di ascoltare le interviste fatte al sarto nei suoi ultimi anni.

Astigiani è un'associazione culturale aperta, senza scopo di lucro, che ha bisogno del sostegno di altri "Innamorati dell'Astigiano" per diffondere e divulgare la storia e le storie del territorio.
Tra i suoi obiettivi: la pubblicazione della rivista trimestrale Astigiani, "finalizzata alla raccolta e diffusione di informazioni e ricerche di storia e cultura astigiana dal passato remoto a quello prossimo, con uno sguardo al presente e la visione verso il futuro (dallo statuto), la raccolta di materiale per la creazione di un archivio fotografico, video e documentale collegato al progetto "Granai della memoria", la realizzazione di presentazioni pubbliche e altri eventi legati al recupero della memoria del territorio.

3,917Mi PiaceLike
0FollowerFollow
0IscrittiSubscribe

GLI ULTIMI ARTICOLI CARICATI

IN EVIDENZA

Ciao Luciano

Astigiani pubblica nella pagine seguenti frasi, pensieri, poesie scelti tra i tanti messaggi che ci sono stati inviati o sono stati scritti nella nostra...

Sonetto al sacrestano dimenticato

Una pagina per sorridere su personaggi, vizi e virtù di un passato appena prossimo ancora vivo nella memoria di molti. Ricordi al profumo della...

Quei 10.000 km sulla Topolino verde oliva

Organizzare un viaggio in auto lungo migliaia di chilometri in paesi sconosciuti, il tutto senza l’ausilio di Internet. Oggi sembra un’impresa impossibile, nei primi...

Sul calendario Aprile-maggio-giugno 2018

21 ottobre In una Cattedrale gremita di fedeli, Monsignor Marco Prastaro è nominato vescovo di Asti dall’arcivescovo di Torino, Monsignor Cesare Nosiglia. Concelebrano l’ex vescovo...
vb

Sul calendario Aprile-maggio-giugno 2018

20 marzo  Scompare a 92 anni don Matteo Scapino, nato nel 1925 a Cisterna. Ordinato dal vescovo Umberto Rossi nel giugno 1948, per quasi mezzo...

Sul calendario Luglio-agosto-settembre 2018

21 luglio Un forte temporale si abbatte su Asti nelle prime ore della mattina. In breve tempo un vero e proprio torrente allaga la parte...

La collina di Spoon River – Marzo 2017

Paolo De Benedetti 23 dicembre 1927 – 11 dicembre 2016 Teologo, docente universitario Ho trascorso la vita a studiare la natura di Dio. Ora lo vedrò in...

Secondo e terzo trimestre 2016

2016 - 13 maggio Riapre dopo vent’anni Palazzo Alfieri. Dopo annosi lavori di ristrutturazione, la dimora del Trageda è nuovamente visitabile con un percorso...

CONTRIBUISCI A QUESTO ARTICOLO

INVIA IL TUO CONTRIBUTO

Hai un contributo originale che potrebbe arricchire questo articolo? Invialo ora, saremo lieti di trovargli lo spazio che merita.

TAG CLOUD GLOBALE

TAG CLOUD GLOBALE
INVIA IL TUO CONTRIBUTO

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE