venerdì 1 Marzo, 2024
Home Numero 25

Numero 25

Il Sacro Monte astigiano vuole uscire dall’oblio

La rappresentazione della Via Crucis e la profonda devozione popolare, un sacro monte per pregare e riflettere.

San Secondo è in copertina ma nel manoscritto c’è una cronaca...

In una della vetrine del Museo del Palio di Asti è esposto un volume, aperto sul frontespizio. Di proprietà della Biblioteca Astense, il suo...

Freschi di stampa

Sentimenti del tempo nel tempo, Carlo Conti, Team Service Editrice, Asti, 2018, 282 pp, 10 euro Carlo Conti è un avvocato astigiano. Ha scritto alcune...

Minigonne e comunisti. Così la Chiesa spiava le “minacce” nei paesi

Come una vecchia cartolina, di quelle a più immagini, con la scritta “Saluti da…”. Nel caso di questo volume, i saluti arrivano da tutti...

Gli spiriti aleggiano tra le case di campagna e i palazzi...

Una raccolta di esperienze ultraterrene che riguardano solo i “fantasmi buoni” nel libro di Lucia Monticone, studiosa di fenomeni paranormali.   Il testo, curato da...

Il diritto ad avere radici. Riflessioni sul locale e il “collegio...

Il saggio di Dario Rei conclude una trilogia dedicata ai luoghi che l’autore ha vissuto. Si tratta di un lavoro poderoso ma leggibile con...

Il fascino delle donne di Palio nei ritratti al femminile di...

Circa ottocento foto di soggetti femminili in costume. Una galleria che è la sintesi della pluri quarantennale attività fotografica di Bruno Accomasso dedicata al...

Un’ombra si muove nei due noir inediti di Giorgio Faletti

Giorgio Faletti regala ancora alla letteratura noir due racconti postumi. Tenuti nel cassetto, sono venuti alla luce come un ospite inatteso, anzi due. L’ultima...

Il sarto di Langa che amava leggere e finì a far...

Piercarlo Grimaldi aveva già pubblicato nel 2002 il diario di Giovanni Bussi, detto Gasan, che partecipò all’ultimo anno della Grande Guerra. Nel centesimo anniversario...

La vendemmia di un tempo con gorbe e arbi

La vendemmia come si face una volta, tanti piccoli e grandi rituali che si ripetevano sempre uguali nei secoli.