sabato 3 Dicembre, 2022
Home Tag Fiume Tanaro

Tag: fiume Tanaro

Quando nell’Astigiano si cercava l’oro. La vena aurifera del Tanaro e dei suoi affluenti

Le sabbie fluviali contengono le preziose pagliuzze   La ricerca dell’oro ha radici storiche lontanissime, almeno quanto la scelta del genere umano di considerare il giallo metallo un materiale prezioso e il ritrovamento un’attività lucrativa talmente importante da sfociare talvolta in autentico fenomeno di massa (basti pensare al Gold Rush californiano del 1848, la famosa corsa all’oro resa mitica da decine...

L’amore di Ildegonda, una delle storie che scorrono sul Tanaro

Unico libro, che io conosca di questi anni Duemila, scritto in endecasillabi, tredicimila versi. Un libro affascinante, godibile, anche perché racconta del nostro fiume, in parte attraverso leggende ripescate nei luoghi lungo il Tanaro: la leggenda di Belzebù che interviene a deviare il corso del fiume, per formare le Rocche del Roero; oppure la storia d’amore ambientata a Ormea,...

Noi che abbiamo giocato sotto gli alberi di corso Regina

Ricordo un viale di tigli che partiva da piazza Vittorio Veneto, arrivava a piazza Lugano, poi iniziava a scendere per l’allora corso Regina Margherita, parallelo alle antiche mura, e proseguiva fino al fondo della discesa dove l’alberata, svoltando a destra, andava a congiungersi con i tigli di corso Torino. Da qui, fiancheggiando la “lèja”, il controviale dove c’erano ancora...

La “cattura del Tanaro” cambiò la geografia

Solitamente ai fiumi si attribuisce il nome della sorgente più lontana. Ma se le sorgenti del Negrone, principale affluente del Tanaro, sono il punto più distante dal mare, come mai non viene considerato il più lungo d’Italia? Non manca chi vuole rivendicare il primato per il fiume di Asti, che ha anche una storia geologica unica. Nel suo antico...

Il Tanaro per noi bambini era un grande compagno di giochi

  Io e il Tanaro. Conosco il fiume, ci ho vissuto vicino per tutta la vita. Da bambini ci era “proibito”. Le  raccomandazioni di mio papà di non andare a Tanaro a fare i bagni erano giornaliere. Il pericolo  dei “mulinelli” sempre in agguato e ogni tanto qualcuno ci rimaneva annegato.  Conoscevo i suoi orari di lavoro, dicevo a mia madre...

Lungo le rive del Tanaro osterie e ristoranti

Tanaro era un mondo. Almeno fino alla metà del Novecento, quando gli stenti del dopoguerra si mutarono, a poco a poco, nel primo benessere della ripresa e del nascente boom. Tutto cambiò, anche sul fiume e intorno al fiume. Per secoli era stato, per molti che abitavano le rive sue e quelle del Borbore e della Versa, gli affluenti-compagni,...

L’abbazia fantasma

La storia della Quinta A ragionieri del “Giobert”