martedì 25 Giugno, 2024
HomeMemorie a tavolaAnche nel piatto il rito della trebbiatura
Memorie a Tavola

Anche nel piatto il rito della trebbiatura

Minestra di “biavette” e bollito

Nella civiltà contadina, quello della trebbiatura del grano era un momento fondamentale del calendario agricolo. Prima dell’avvento delle mietitrebbia, che hanno molto semplificato le operazioni, la trebbiatrice era trasportata in un’aia da un potente e rumoroso trattore e, qui sistemata, iniziava il suo lavoro, al caldo e nella polvere. Si trattava di un rito collettivo, cui partecipavano gli uomimi, ma anche i bambini, di tutte le famiglie del circondario. La sfilata del Festival delle sagre riporta ogni anno in vita ad Asti gli imponenti trattori Orsi che trascinavano e facevano funzionare la grossa macchina e molti ricordano Valentino Quaglia di Variglie che ha portato anche in televisione la “trebbiatura di un tempo”.

Un momento comunitario che molti ricordano con nostalgia, se è vero che spesso lo si rinnova in occasione delle feste di paese, un po’ in tutta Italia. Mentre gli uomini lavoravano, le donne si davano da fare in cucina, perché il pranzo per i lavoratori doveva essere ricco e sostanzioso. Il bollito non mancava mai ma, prima, spesso si serviva una minestra in brodo, talmente presente in quella circostanza da avere assunto anche nel nome quello della funzione cui era legata. Preparata un po’ in tutto il Piemonte contadino, nell’Astigiano si caratterizza, come ricorda lo studioso di gastronomia Gian Luigi Bera, per la presenza delle “biavette”, una piccola pasta che ricorda, nella forma proprio i chicchi del grano.  

Le Schede

GLI AUTORI DELL'ARTICOLO

Latest posts by Paola Gho e Giovanni Ruffa (see all)

Astigiani è un'associazione culturale aperta, senza scopo di lucro, che ha bisogno del sostegno di altri "Innamorati dell'Astigiano" per diffondere e divulgare la storia e le storie del territorio.
Tra i suoi obiettivi: la pubblicazione della rivista trimestrale Astigiani, "finalizzata alla raccolta e diffusione di informazioni e ricerche di storia e cultura astigiana dal passato remoto a quello prossimo, con uno sguardo al presente e la visione verso il futuro (dallo statuto), la raccolta di materiale per la creazione di un archivio fotografico, video e documentale collegato al progetto "Granai della memoria", la realizzazione di presentazioni pubbliche e altri eventi legati al recupero della memoria del territorio.

3,917Mi PiaceLike
0FollowerFollow
0IscrittiSubscribe

GLI ULTIMI ARTICOLI CARICATI

IN EVIDENZA
Paolo Conte nello studio a Torino con altri musicisti astigiani durante la registrazione di Torretta Calipso nella primavera del 1980

Paolo Conte: avvocato, cantautore… enigmista

In che consiste il gioco? Chi si cimenta con questi enigmi deve trovare una frase cioè la soluzione partendo da un enunciato (esposto) che...

Patente di Astigianità

Sappiate che Da 35 a 40 risposte esatte Ottimo! Siete Astigiani doc, eccellenti conoscitori delle terra dove vivete. Meritate la patente di Astigianità. Da 24 a...

Ciao Luciano

Astigiani pubblica nella pagine seguenti frasi, pensieri, poesie scelti tra i tanti messaggi che ci sono stati inviati o sono stati scritti nella nostra...

Sonetto al sacrestano dimenticato

Una pagina per sorridere su personaggi, vizi e virtù di un passato appena prossimo ancora vivo nella memoria di molti. Ricordi al profumo della...

Quei 10.000 km sulla Topolino verde oliva

Organizzare un viaggio in auto lungo migliaia di chilometri in paesi sconosciuti, il tutto senza l’ausilio di Internet. Oggi sembra un’impresa impossibile, nei primi...

Sul calendario Ottobre-novembre-dicembre 2018

21 ottobre In una Cattedrale gremita di fedeli, Monsignor Marco Prastaro è nominato vescovo di Asti dall’arcivescovo di Torino, Monsignor Cesare Nosiglia. Concelebrano l’ex vescovo...

CONTRIBUISCI A QUESTO ARTICOLO

INVIA IL TUO CONTRIBUTO

Hai un contributo originale che potrebbe arricchire questo articolo? Invialo ora, saremo lieti di trovargli lo spazio che merita.

TAG CLOUD GLOBALE

TAG CLOUD GLOBALE
INVIA IL TUO CONTRIBUTO

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE