lunedì 24 Giugno, 2024
HomeLo scaffaleQuegli anni di piombo fra terrorismo, violenza e riforme sociali
Lo Scaffale

Quegli anni di piombo fra terrorismo, violenza e riforme sociali

Prima Linea fu un gruppo formatosi a cavallo tra gli Anni ’70 e ’80 come movimento extraparlamentare di sinistra e organizzazione clandestina.

Mario Renosio, direttore dell’Istituto per la Storia della Resistenza di Asti, e Michele Ruggiero, giornalista di Torino, hanno lavorato a un libro corposissimo, con una gestazione durata anni. Valeva la pena.

Non esistono, crediamo, altri lavori che approfondiscano in modo così puntiglioso e corredato di ogni genere di citazione: dai libri e dai giornali ma anche dagli incontri con i protagonisti di Prima Linea, dai loro volantini e dalle loro rivendicazioni, dagli incontri con i magistrati impegnati nella lotta al terrorismo, dallo spoglio delle fonti giudiziarie.

Prima Linea fu un gruppo formatosi a cavallo tra gli Anni ’70 e ’80 come movimento extraparlamentare di sinistra e organizzazione clandestina. I numeri: 258 atti di terrorismo, 923 persone inquisite, una scia di sangue.

Pronto, qui Prima Linea La lunga stagione degli anni di piombo C’è il rischio che tutto ritorni? Michele Ruggiero e Mario Renosio, Anordest ed., Treviso, 2014, 590 pag. 15.90 euro

 

Al contrario delle Brigate Rosse, partito armato gerarchizzato, Prima Linea si caratterizzò fin da subito per i legami interpersonali e amicizia. Ma nell’utopia della necessità di una rivoluzione che modificasse i rapporti di forza nella società italiana in una visione prettamente e primordialmente anticapitalista, completamente annegata nell’indifferenza verso l’uomo («voi eravate soltanto violenza»), Prima Linea si disgregò.

Il libro è un lungo racconto della storia di uomini e donne che forse erano soltanto violenza, ma basavano anche molto la loro ideologia sul passato: la grandezza della Resistenza, “resistenza civile” attraverso il lavoro di massa rivoluzionario. Il libro è quasi un dramma teatrale, in cui le persone si alternano sul palco con la loro verità, il loro spavento, le idee che si fanno confuse.

C’è un altro aspetto dell’interesse di questo lungo racconto: l’inserimento – con intelligenza – dell’epoca chiamata degli anni di piombo nella più ampia cornice entro la quale essi scorrono: «Quel decennio fu caratterizzato da un’effervescenza di protagonismo sociale che contribuì (o, forse, è più corretto dire “impose”) una delle rare fasi di riformismo legislativo». E si pensa allo Statuto dei lavoratori, al divorzio, all’aborto, alla riforma del Servizio Sanitario locale e del sistema psichiatrico.    

Astigiani è un'associazione culturale aperta, senza scopo di lucro, che ha bisogno del sostegno di altri "Innamorati dell'Astigiano" per diffondere e divulgare la storia e le storie del territorio.
Tra i suoi obiettivi: la pubblicazione della rivista trimestrale Astigiani, "finalizzata alla raccolta e diffusione di informazioni e ricerche di storia e cultura astigiana dal passato remoto a quello prossimo, con uno sguardo al presente e la visione verso il futuro (dallo statuto), la raccolta di materiale per la creazione di un archivio fotografico, video e documentale collegato al progetto "Granai della memoria", la realizzazione di presentazioni pubbliche e altri eventi legati al recupero della memoria del territorio.

3,917Mi PiaceLike
0FollowerFollow
0IscrittiSubscribe

GLI ULTIMI ARTICOLI CARICATI

IN EVIDENZA
Paolo Conte nello studio a Torino con altri musicisti astigiani durante la registrazione di Torretta Calipso nella primavera del 1980

Paolo Conte: avvocato, cantautore… enigmista

In che consiste il gioco? Chi si cimenta con questi enigmi deve trovare una frase cioè la soluzione partendo da un enunciato (esposto) che...

Patente di Astigianità

Sappiate che Da 35 a 40 risposte esatte Ottimo! Siete Astigiani doc, eccellenti conoscitori delle terra dove vivete. Meritate la patente di Astigianità. Da 24 a...

Ciao Luciano

Astigiani pubblica nella pagine seguenti frasi, pensieri, poesie scelti tra i tanti messaggi che ci sono stati inviati o sono stati scritti nella nostra...

Sonetto al sacrestano dimenticato

Una pagina per sorridere su personaggi, vizi e virtù di un passato appena prossimo ancora vivo nella memoria di molti. Ricordi al profumo della...

Quei 10.000 km sulla Topolino verde oliva

Organizzare un viaggio in auto lungo migliaia di chilometri in paesi sconosciuti, il tutto senza l’ausilio di Internet. Oggi sembra un’impresa impossibile, nei primi...

Sul calendario Ottobre-novembre-dicembre 2018

21 ottobre In una Cattedrale gremita di fedeli, Monsignor Marco Prastaro è nominato vescovo di Asti dall’arcivescovo di Torino, Monsignor Cesare Nosiglia. Concelebrano l’ex vescovo...

CONTRIBUISCI A QUESTO ARTICOLO

INVIA IL TUO CONTRIBUTO

Hai un contributo originale che potrebbe arricchire questo articolo? Invialo ora, saremo lieti di trovargli lo spazio che merita.

TAG CLOUD GLOBALE

TAG CLOUD GLOBALE
INVIA IL TUO CONTRIBUTO

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE