martedì 23 Luglio, 2024
HomeLo scaffaleLa Iena di San Giorgio e altre storie di sangue. Se il...
Lo scaffale

La Iena di San Giorgio e altre storie di sangue. Se il Piemonte è criminale

Quali tragici fatti hanno segnato la storia del Piemonte? Questo libro analizza alcune delle vicende più conosciute del passato e delinea i caratteri dei personaggi che si sono macchiati di colpe terribili, finendo loro malgrado nelle cronache e creando precedenti che sarebbero stati studiati in seguito dalla criminologia.

 

Fatti di sangue. Delitti, peccati e vicende dei criminali piemontesi, John Bo, Yume Edizioni, 2017, 160 pp, 15 euro

 

Briganti, poeti, assassini, storie di uomini che non si dimenticano e che ancora oggi stupiscono per l’efferatezza degli atti compiuti. Scritto da John Bo, saggista che risiede da anni nell’astigiano e ha pubblicato volumi sulla belle époque in Francia, Fatti di sangue passa in rassegna i crimini efferati del passato: l’uccisione del re Umberto per mano dell’anarchico Gaetano Bresci, le barbarie della jena di San Giorgio che nel 1832 uccise sei ragazzine e fu condannato all’impiccagione sulla pubblica piazza del paese, il rapimento di Maria Teresa Novara a Villafranca d’Asti (vedi anche Astigiani 17, pag. 88).

Storie di violenza e pazzia, di killer insospettabili e di vittime innocenti, di evasioni, arresti, condanne e misteri mai risolti. Con la conclusione che include le riflessioni di Cesare Lombroso sull’antropologia criminale, il volume ci guida dentro il buio delle storie di provincia, tra i misteri di una Torino cupa dove si snodano intrighi e vicende criminali, in una interessante indagine documentata.                                                          

L'AUTRICE DELL'ARTICOLO

Astigiani è un'associazione culturale aperta, senza scopo di lucro, che ha bisogno del sostegno di altri "Innamorati dell'Astigiano" per diffondere e divulgare la storia e le storie del territorio.
Tra i suoi obiettivi: la pubblicazione della rivista trimestrale Astigiani, "finalizzata alla raccolta e diffusione di informazioni e ricerche di storia e cultura astigiana dal passato remoto a quello prossimo, con uno sguardo al presente e la visione verso il futuro (dallo statuto), la raccolta di materiale per la creazione di un archivio fotografico, video e documentale collegato al progetto "Granai della memoria", la realizzazione di presentazioni pubbliche e altri eventi legati al recupero della memoria del territorio.

3,917Mi PiaceLike
0FollowerFollow
0IscrittiSubscribe

GLI ULTIMI ARTICOLI CARICATI

IN EVIDENZA
Paolo Conte nello studio a Torino con altri musicisti astigiani durante la registrazione di Torretta Calipso nella primavera del 1980

Paolo Conte: avvocato, cantautore… enigmista

In che consiste il gioco? Chi si cimenta con questi enigmi deve trovare una frase cioè la soluzione partendo da un enunciato (esposto) che...

Patente di Astigianità

Sappiate che Da 35 a 40 risposte esatte Ottimo! Siete Astigiani doc, eccellenti conoscitori delle terra dove vivete. Meritate la patente di Astigianità. Da 24 a...

Ciao Luciano

Astigiani pubblica nella pagine seguenti frasi, pensieri, poesie scelti tra i tanti messaggi che ci sono stati inviati o sono stati scritti nella nostra...

Sonetto al sacrestano dimenticato

Una pagina per sorridere su personaggi, vizi e virtù di un passato appena prossimo ancora vivo nella memoria di molti. Ricordi al profumo della...

Quei 10.000 km sulla Topolino verde oliva

Organizzare un viaggio in auto lungo migliaia di chilometri in paesi sconosciuti, il tutto senza l’ausilio di Internet. Oggi sembra un’impresa impossibile, nei primi...

Sul calendario Ottobre-novembre-dicembre 2018

21 ottobre In una Cattedrale gremita di fedeli, Monsignor Marco Prastaro è nominato vescovo di Asti dall’arcivescovo di Torino, Monsignor Cesare Nosiglia. Concelebrano l’ex vescovo...

CONTRIBUISCI A QUESTO ARTICOLO

INVIA IL TUO CONTRIBUTO

Hai un contributo originale che potrebbe arricchire questo articolo? Invialo ora, saremo lieti di trovargli lo spazio che merita.

TAG CLOUD GLOBALE

TAG CLOUD GLOBALE
INVIA IL TUO CONTRIBUTO

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE