mercoledì 17 Agosto, 2022
Home Autori I contributi di Giancarlo Scaglione

Giancarlo Scaglione

3 Articoli 0 COMMENTS
Nato a Loazzolo nel 1941, frequenta la Scuola Enologica di Alba, poi Scienze Biologiche a Torino dove si laurea a pieni voti con tesi sul Moscato d’Asti, relatore il prof. Gandini. Ha insegnato Scienze Naturali, Viticoltura-Enologia ad Alba dove ha come allievi Donato Lanati e Claudio Rosso. Nel 1975 incontra Vittorio Gancia che lo nomina direttore tecnico della Casa spumantiera. Conosce Veronelli, Petrini e Giacomo Bologna di cui diventa consulente. Segue anche le aziende di Bruno Giacosa, Marchesi Alfieri, Sella ecc. Nel 1985, riprendendo una storica tradizione è l’iniziatore del Loazzolo Doc vendemmia tardiva e la sua azienda “Forteto della Luja” diventa anche Oasi affiliata al WWF. Si occupa di studi, ricerche e documentazione su: agroecologia, etnologia, natura. e storia del territorio.

Cesare e Camillo, gli amici che costruirono l’Italia. Il Risorgimento nato...

Cesare l’apripista e Camillo il tessitore: 11 anni di differenza, stesso segno zodiacale: Leone   Tutto potrebbe iniziare da una lettera scritta dal giovane Camillo Cavour nel...

La fillossera il flagello delle viti come Asti e il Monferrato...

Come una piaga biblica la fillossera, che arrivò dopo i danni già causati dall’oidio e dalla peronospora,  ha spazzato via la viticoltura europea dell’Ottocento...

AL CONGRESSO DI VIENNA

Un diplomatico di nobile famiglia piemontese e un botanico ligure si ritrovano al Congresso di Vienna del 1814-15. Non si conoscono e rappresentano interessi diversi. Nella capitale asburgica le potenze della Vecchia Europa vogliono ridisegnare la carta geopolitica del continente, dopo la bufera delle Rivoluzione Francese e di Napoleone.