lunedì 5 Dicembre, 2022
Home Autori I contributi di Enrica Cerrato

Enrica Cerrato

3 Articoli 0 COMMENTS

I graffiti del Duce. Decine di scritte ancora evidenti sui muri...

Una maxi scritta coprì tutto il tetto dell’Alla in piazza Alfieri Sono passati più di settant’anni e ancora alcune occhieggiano dai muri, solo un po’...

Laura Pesce

Parlare con Laura Pesce è come aprire una cassaforte. Laura è sommelier, insegnante alla scuola alberghiera Colline Astigiane e per i nicesi è la...

I signori del brindisi

Non fu probabilmente mai scattata una fotografia della cerimonia del 17 dicembre 1932, giorno in cui venne ufficialmente costituito il “consorzio per la tutela dei vini tipici moscato d’asti e asti spumante”. Una trentina di esponenti del mondo enologico piemontese firmarono l’atto con cui nacque il consorzio che ora festaggia gli 80 anni. La prima uscita ufficiale fu a siena. Quel san secondo a cavallo ha continuato a galoppare. Sono cambiati presidenti e strategie per far conoscere in tutto il mondo il vino figlio del moscato, prodotto in 53 comuni, che porta il nome di asti nel mondo.