sabato 26 Novembre, 2022
HomeL'almanacco del secoloIl tenente di Faletti al Festival di Sanremo
L'ALMANACCO DEL SECOLO

Il tenente di Faletti al Festival di Sanremo

Un viaggio a ritroso nel tempo alla scoperta di fatti e personaggi

Accadde nel primo trimestre

 

10 ANNI 31 gennaio 2004 – L’oncologo Umberto Veronesi è nominato cittadino onorario di Asti.

 

20 ANNI 4 gennaio 1994 26 arresti per il caso della discarica di Valle Manina. Tra i nomi eccellenti, il presidente della Provincia Guglielmo Tovo e il sindaco Giorgio Galvagno che si dimettono. Presidente della Provincia a febbraio diventa Luciano Grasso e in Comune si insedia il commissario prefettizio Elio Priore.

22 gennaio 1994Bruno Faussone lascia dopo 13 anni la presidenza provinciale del Coni. Gli succederà Michele Serra. 

23-26 febbraio 1994Giorgio Faletti è secondo al Festival di Sanremo con l’intenso brano Signor Tenente. Danilo Amerio è terzo nella categoria Nuove Proposte con Quelli come noi.

27-28 marzo 1994 – Gli astigiani vanno al voto per le Politiche. Paolo Tagini, Paolo Franzini e Sebastiano Fogliato sono eletti alla Camera e Massimo Scaglione al Senato, tutti della Lega Nord.

 

30 ANNI 20 marzo 1984 – Viene chiuso temporaneamente il Santuario della Madonna del Portone per improvvisi cedimenti della struttura portante e lesioni agli archi di sostegno della cupola.

40 ANNI 9 gennaio 1974 – Viene presentato il progetto di un nuovo ospedale alla cima di corso Dante: la spesa prevista è di 14 miliardi di lire.

9 gennaio 1974 – Nasce l’Asp, per la gestione degli autobus e la raccolta dei rifiuti.

26 febbraio 1974 – Dalla Francia arrivano ad Asti 25 vagoni ferroviari con 5000 q.li di zucchero: si scopre una vasta rete di contraffazione del vino.

14 marzo 1974 – Muore Fedele Maina, fondatore con i fratelli dell’azienda metalmeccanica di Asti e artefice della realizzazione di Villaggio San Fedele. Pochi giorni dopo morirà il fratello Benvenuto.

 

50 ANNI 11 febbraio 1964 – La città di Asti si gemella con la contea di Delano, in California.

11 marzo 1964 – Scoppia lo scandalo del Consorzio Asti-Nord cui aderiscono numerose Cantine Sociali dell’Astigiano. Presidente del Consorzio è Giovanni Amasio, presidente della Provincia.

 

60 ANNI 16 febbraio 1954 –  Muore a Matera, dove è sepolto, Mons. Vincenzo Cavalla, vescovo di Acerenza e Matera, nato nel 1909 a Villafranca d’Asti.

23 marzo 1954 – Il Presidente della Repubblica Luigi Einaudi concede alla Provincia di Asti il gonfalone di colore rosso con lo stemma della Provincia e la figura di San Secondo.

70 ANNI 25 gennaio 1944 – Vengono fucilati nel cortile dell’economato di Acqui gli astigiani Stefano Manina, Vittorio Novelli ed Elidio Valle, partigiani della IX Divisione Garibaldi.

24 gennaio 1944 – Muore a Costigliole al’età di 66 anni l’industriale Mario Cora, noto anche per le numerose iniziative benefiche e assistenziali promosse.

 

80 ANNI 31 gennaio 1934 – Il Podestà Vincenzo Buronzo, presidente degli artigiani italiani, è a Berlino in visita ai colleghi tedeschi. Viene ricevuto anche da Hitler.

1 marzo 1934 – Si esaminano dodici progetti del concorso per la trasformazione dell’Alla in Casa Littoria. Viene scelto quello dell’architetto Ottorino Aloisio.

18 marzo 1934 – Viene abbattuto Palazzo Catena che si innalzava sull’omonima piazza. Diventerà sede del mercato che si sposta dalla vicina piazza Roma. 

 

90 ANNI 10 gennaio 1924 – Il Senatore Pietro Badoglio, neo ambasciatore in Brasile, viene ricevuto ad Asti all’Hotel Reale, prima di partire per la nuova destinazione.

5 marzo 1924 – Si spegne a Sanremo, Vincenzo Omedè, titolare dell’omonimo maglificio di via Brofferio.

 

100 ANNI

20 febbraio 1914 – Il Palazzo Alfieri viene ceduto dagli eredi del Conte Leonetto Ottolenghi al Comune di Asti.

 

Didascalie foto:

1) Aleandro Baldi, al centro, vincitore del Festival di Sanremo 1994 con Giorgio Faletti, secondo, e Laura Pausini, terza.

Alessandro Sacco
Latest posts by Alessandro Sacco (see all)

Astigiani è un'associazione culturale aperta, senza scopo di lucro, che ha bisogno del sostegno di altri "Innamorati dell'Astigiano" per diffondere e divulgare la storia e le storie del territorio.
Tra i suoi obiettivi: la pubblicazione della rivista trimestrale Astigiani, "finalizzata alla raccolta e diffusione di informazioni e ricerche di storia e cultura astigiana dal passato remoto a quello prossimo, con uno sguardo al presente e la visione verso il futuro (dallo statuto), la raccolta di materiale per la creazione di un archivio fotografico, video e documentale collegato al progetto "Granai della memoria", la realizzazione di presentazioni pubbliche e altri eventi legati al recupero della memoria del territorio.

3,917Mi PiaceLike
0FollowerFollow
0IscrittiSubscribe

GLI ULTIMI ARTICOLI CARICATI

IN EVIDENZA

Sboccia il fidanzamento e le coppie “si parlano”

  Molti annunci ufficiali di fidanzamenti, soprattutto in campagna, un tempo avvenivano in primavera: erano il risultato delle veglie invernali nelle stalle. Terminato il servizio...

«Quella passeggiata a Viatosto non l’ho dimenticata»

Quegli anni fatati della vita. Rubo a Italo Calvino il titolo per sfogliare l’album dei ricordi dei cinque anni trascorsi sui banchi di legno...

Gli intensi anni astigiani di “Bicio”

I De André sfollano nel 1942 in una cascina di Revignano   Un uomo elegante esce dalla casa contadina. Lo chiamano Professore, incute soggezione, ma è...

Accadde nel terzo trimestre

10 anni 16 settembre 2007 Il drappo del Palio è firmato da Paolo Conte e conquistato dal rione San Secondo (rettore Marco Zappa) con Giovanni...

Voci astigiane tra le onde della guerra

Non ho mai conosciuto Giovanni Gotta da Viarigi, ben poco sapevo dell’incrociatore da battaglia della Regia Marina “Giovanni dalle Bande Nere” e ho fatto...

Quando le colline astigiane erano nel Golfo Padano

Il territorio punteggiato da importanti ritrovamenti fossili Una volta c’era il mare, lo sanno tutti. Ce ne ricordiamo quando negli anni si sono ritrovati scheletri...

Dai lampioni a gas alle lampade a led, storia della luce pubblica

Fino al 1910 ogni sera si accendevano 520 lanterne   Chi da generazioni è abituato ad accendere la luce premendo semplicemente il tasto di un interruttore,...

La rossa piemontese che piace al mondo Il Consorzio Barbera d’Asti fondato 70 anni...

Un vino popolare racconta la sua epopea La guerra è finita da un anno e mezzo e il 22 novembre 1946 nella sede della Camera...

CONTRIBUISCI A QUESTO ARTICOLO

INVIA IL TUO CONTRIBUTO

Hai un contributo originale che potrebbe arricchire questo articolo? Invialo ora, saremo lieti di trovargli lo spazio che merita.

TAG CLOUD GLOBALE

TAG CLOUD GLOBALE
INVIA IL TUO CONTRIBUTO

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE